Contea 2021

Contea 2021

Dalla maratona Dante alla scoperta di Messerschmidt

Prima dello spettacolo di Covaz sui protagonisti della storia goriziana

Fra gli ospiti Vito Mancuso, Hanif Kureishi e Fausto Biloslavo

Spazio alle letture per l’infanzia con “Sguardi”

Un programma “spaziale”. E’ quanto promette la seconda edizione di Contea che, quest’anno, causa Covid 19, si è trasformata nello spazio culturale di Gusti off.

Spaziale nel senso che i numerosi appuntamenti previsti abbracciano temi, espressioni artistiche e periodi storici diversi, spaziando dal “divino” Dante all’inquietante scultore Messerschmidt, dal nuovo spettacolo di Roberto Covaz “I protagonisti della nostra storia” che sarà rappresentato in prima assoluta al Verdi, con la regia di Mauro Fontanini, alla storia del compositore e insegnante di musica Antonio Salieri “rivale” di Mozart.

Numerosi anche gli ospiti, dal teologo e scrittore Vito Mancuso, che parlerà del “Senso della vita” al drammaturgo inglese Hanif Kureishi, premiato nell’ambito del Premio Amidei.

Ci saranno anche Fausto Biloslavo che converserà con la giornalista Serenella Bettin su temi di grande attualità “Dal coronavirus all’Afganistan” mentre il medievista e scrittore Angelo Floramo parlerà di “Fortezze su confini mobili e invisibili” citando i casi di Gorizia, Palmanova e Gradisca d’Isonzo.

Il cibo sarà protagonista dell’evento co-organizzato dal Comune di Gorizia e l’Università di Udine. Sonia Calligaris e Stella Plazzotta, del Dipartimento di Scienze agroalimentari, ambientali e animali parleranno di “Scenari ed evoluzione nel mondo del cibo sulla strada dello sviluppo sostenibile”.

Fra le “chicche” non poteva mancare l’appuntamento con “Sissi, la voce del destino” di Marina Bressan, con letture di Lucia Bressan mentre l’Arlef presenterà “Gurize: une storie, tantis lenghis”, in lingua friulana.

Ci sarà, infine, anche lo spazio dedicato ai più piccoli. Nell’ambito del Festival della letteratura per l’infanzia si darà vita a letture animate degli studenti di Librilliamo, a laboratori, spettacoli e mostre.

Sarà anche l’occasione per visitare alcune esposizioni, in particolare “Gli animali della nobilatà, a Palazzo Coronini Cronberg e “V_Mano”, nel museo di Santa Chiara, dove sono in mostra i lavori di 52 artigiani del Friuli Venezia Giulia.

Qui il programma completo.