VERDID’ESTATE 2021

[Il cartellone completo e la pagina delle prenotazioni online è raggiungibile a questo link].

Il Teatro Verdi di Gorizia riparte da Verdid’Estate: la stagione estiva preparata dal direttore artistico, Walter Mramor, conterà undici spettacoli che emozioneranno e divertiranno il pubblico. Quattro saranno espressamente rivolti ai più piccoli e alle famiglie, uno appassionerà gli spettatori di tutte le età e sei consentiranno di fare un viaggio tra i vari generi della musica. A ospitare gli appuntamenti, che prenderanno il via martedì 15 giugno, sarà il Teatro stesso, per una precisa scelta del Comune, ovvero consentire al pubblico di riappropriarsene dopo quasi un anno di lontananza forzata. Tutti gli spettacoli avranno inizio alle 20.30: il biglietto di ingresso costerà 3 euro per gli appuntamenti dedicati al pubblico di famiglie e bambini e 8 euro per le altre serate. I biglietti potranno essere acquistati in biglietteria (ingresso via Garibaldi 2A) a partire da due giorni prima dello spettacolo (esclusi sabato e festivi) e il giorno stesso della rappresentazione dalle 16 alle 19. Come già avvenuto la scorsa estate sarà possibile prenotare i posti anticipatamente tramite il sito del Teatro (dal 9 giugno 2021) fino al giorno prima dell’apertura della biglietteria, ritirando quindi i tagliandi nella stessa biglietteria nei due giorni precedenti l’evento. Per meglio organizzare la disposizione degli spettatori nella sala e garantire il massimo distanziamento possibile, si invita a utilizzare tale possibilità di prenotazione. La sera stessa della rappresentazione i biglietti prenotati e non ritirati saranno messi in vendita.

Gli accorgimenti di sicurezza

All’interno del teatro sarà obbligatorio l’utilizzo della mascherina, che dovrà essere correttamente indossata per tutta la permanenza nei locali del Teatro. Per i bambini valgono le regole generali. Potrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso sia superiore a 37,5 °C. Saranno forniti gel disinfettanti per le mani e saranno presenti cartelli indicanti le buone norme igieniche. Sono state inoltre create uscite alternative, utilizzando le vie di emergenza, per non creare affollamenti durante il deflusso del pubblico.

Il cartellone

Il primo appuntamento, martedì 15 giugno, sarà all’insegna del teatro acrobatico, con The Black Blues Brothers, scritto e diretto da Alexander Sunny, con Bilal Musa Huka, Rashid Amini Kulembwa, Seif Mohamed Mlevi, Peter Mnyamosi Obunde e Sammy Mwendwa Wambua. Lo show, che ha superato le 600 date in tutto il mondo registrando oltre 300.000 spettatori, spazia dal circo contemporaneo alla commedia musicale, tra gag esilaranti, buffi striptease e spassose sfide di ballo.

Bimbi e famiglie saranno protagonisti venerdì 25 giugno con Il mago di Oz, della Fondazione Aida (Verona). Il fulcro attorno a cui ruota lo spettacolo è l’aspetto “fantastico”, quello legato all’esperienza attraverso cui tutti siamo passati: il pericoloso e tortuoso cammino della crescita, l’esperienza meravigliosa che necessita di cervello, cuore e coraggio.

Sabato 26 giugno sarà la volta del teatro canzone, con MarlenEdith, di e con Graziana Borciani (componente degli Oblivion) e Stefania Seculin e con Gaia Ferrara, con Lamberto Lipparini al pianoforte e alla fisarmonica. Le vite eccezionali di Édith Piaf e Marlene Dietrich saranno ripercorse tramite le loro canzoni più significative, da La Vie en rose a Hymne à l’Amour, da Just a Gigolo a Lili Marleen, interpretate in una veste sobria, elegante e senza fronzoli.

Il pubblico di ogni età apprezzerà giovedì 8 luglio il trasformista Ennio Marchetto, che in The living paper cartoon darà vita a una vera Babilonia di musica, teatro e creatività. Come per i più grandi trasformisti, la forza dello spettacolo consiste nella straordinaria velocità con cui Ennio Marchetto muove i costumi, li apre, aggiunge particolari disegnati e parrucche di carta.

La sera successiva, venerdì 9 luglio, l’associazione culturale Fantateatro – Altomusic (Bologna) racconterà la storia de I tre porcellini in una versione rivisitata, passando dal tema dell’ecologia a quello dell’amicizia in un’ora di puro divertimento.

Attori, pupazzi e figure animate, in una continua interazione con il pubblico, saranno gli ingredienti venerdì 16 luglio di Cenerentola in bianco e nero nella produzione Proscenio Teatro. Lo spettacolo racconta fedelmente la vicenda, attraversando i momenti più cari e noti al pubblico di ogni età, ma saranno gli spettatori a decidere il finale, tramite una regolare votazione.

Martedì 20 luglio il Verdi ospiterà l’omaggio a Lucio Dalla La sera dei miracoli, con Lorenzo Campani (voce), Luigi Buggio (pianoforte), Marco Vattovani (batteria), Massimo Pasut (basso) e Marco Locatelli (chitarra). Un carosello di immagini proiettate accompagnerà la narrazione in musica del grande artista bolognese.

La musica classica sarà di scena mercoledì 4 agosto in Microband, il cui sottotitolo è “Classica for Dummies – Musica classica per scriteriati”. Luca Domenicali e Danilo Maggio dedicano un intero spettacolo alla musica classica appunto, con irresistibili gag, magiche invenzioni e la loro tipica vena di comica follia. Uno spettacolo che sarà una piacevolissima sorpresa anche per quelli che pensando che la “Classica” sia una musica noiosa e per bacchettoni.

Martedì 24 agosto Anà-Thema Teatro (Udine) proporrà in versione interattiva Il pifferaio magico, pensato per bambini e famiglie. Nella celebre fiaba dei fratelli Grimm un musicista, dal magico potere incantatorio, è ingaggiato per liberarsi dai topolini che invadono Hamelin. Il sindaco gli nega però la ricompensa pattuita e saranno proprio i bambini, in un finale a sorpresa, a liberare la città.

Sabato 11 settembre con Canzoni in bianco e nero Petra Magoni (voce) e Andrea Dindo (pianoforte) accompagneranno il pubblico alla scoperta di Kurt Weill, tedesco di nascita, americano di adozione, il compositore che più ha segnato la storia del teatro musicale con melodie e personaggi entrati nell’immaginario collettivo.

Infine mercoledì 22 settembre il filosofo autore di prosa Giulio Casale riproporrà Polli di allevamento, uno spettacolo a firma Gaber-Luporini, originariamente in scena durante la stagione teatrale 1978/79. Mescolando monologo e canzone, saranno interrogate le nostre coscienze e le nostre sensibilità estetiche, fungendo da stimolo a curiosità e conoscenza.