IL GIARDINO DEL GIGANTE

Crediti

Gruppo Teatrale Pantarei
Liberamente ispirato al racconto ‘Il gigante egoista’ di O.Wilde
Testo: Enrico Saretta
Regia di Paolo Bergamo
Con Davide Lazzaretto, Barbara Scalco e Paolo Bergamo
Scene e maschera di Damiano Zanchetta
Costumi Graziella Costa
Selezione musiche di Paolo Bergamo
Disegno luci di Francesco Corona
Teatro d’attore e di figura

Fascia d’età: Famiglie e bambini dai 3 anni – Durata 55 minuti

Scheda Spettacolo

Un vecchio gigante, poco incline a socializzare, torna da un lungo viaggio e trova nel suo giardino una bambina. Incapace di accettare la sua compagnia, anzi, ritenendola un vero e proprio fastidio, caccia dalla sua proprietà la piccola intrusa e decide di erigere un muro per impedirle di entrare ancora a giocare nel giardino. D’incanto il suo bellissimo prato, che fin lì era stato baciato da un caldo sole primaverile, sprofonda in un gelido inverno, aggredito da raffiche di vento e pioggia. Solo un atto di bontà potrà riportare quel giardino in vita, un piccolo atto che possa scaldare il cuore del gigante. Protagonisti della nostra storia sono un vecchio gigante, scontroso e solitario, e una bambina, allegra e misteriosa. Al centro di questo lavoro emerge la relazione tra queste due personalità, l’una protesa a difendere il proprio mondo, non più grande di un giardino, e l’altra invece propensa a socializzare, a scoprire nuovi mondi e a condividere nuove esperienze. Grazie a un linguaggio semplice, immediato e ricco di spunti comici, la nostra versione del celebre racconto di Oscar Wilde indaga il tema della relazione, dell’amicizia e della necessità di aprirsi all’altro per conoscere e scoprire la bellezza della condivisione.